PAPPARDELLE RAGÙ DI CINGHIALE

About This Project

Presentazione

Gusto, tipicità e bontà per un piatto da leccarsi i baffi. Con un’ adeguata marinatura la squisita e profumata carne di cinghiale attenuerà il suo carattere deciso e conferirà alla preparazione un gusto irresistibile. Con un ragù così non c’è che una sfoglia: quella ruvida e tenace di Luciana Mosconi. Un capolavoro dell’arte pastaia capace di abbracciare al meglio i grandi sughi della cucina italiana.

Ingredienti
  • 300 g di Pappardelle Luciana Mosconi
  • 400 g di polpa magra di cinghiale
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 coste di sedano
  • 400 g pomodoro polpa
  • 1 bicchiere di brandy
  • 1 litro abbondante di vino rosso
  • mezzo bicchiere di aceto di vino bianco
  • mezzo cucchiaino di bacche di ginepro
  • 2o 3 chiodi di garofano
  • 1/2 limone
  • un rametto di rosmarino, salvia, alloro
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe
  • b. zucchero
Preparazione

1- Tagliate il magro di cinghiale a tocchetti e mettetelo in una ciotola per la marinatura con: un litro di vino rosso, l’aceto, le erbe aromatiche, le spezie, 1 spicchio di aglio spellato, il limone a pezzi, la costa del sedano. Mescolate e massaggiate la carne in modo dal farla ammorbidire e adagiatela sul fondo della terrina in modo che sia completamente coperta dal liquido. Chiudetela con la pellicola e riponetela in frigo per una notte.

 

2- Riprendete la terrina e tirate fuori la carne. Tritate la cipolla, la carola e l’altra costa del sedano e metteteli in una casseruola con un fondo di olio e lo spicchio di aglio. Una volta rosolati aggiungete la carne e lasciatela insaporire qualche minuto per lato poi sfumate con il brandy. Aggiungete un paio di foglie di alloro e un bicchiere di vino rosso. Una volta evaporato l’alcol unite la polpa di pomodoro e un bicchiere e mezzo di acqua, quindi proseguite la cottura per circa un’ora. Se necessario aggiungete ancora acqua.

 

3- Una volta che la carne si sarà ben ammorbidita è possibile tritarla grossolanamente in un tagliere e rimetterla nel sugo. Proseguite ancora la cottura per un’altra mezz’ora. Regolate di sale e pepe.

 

4- Cuocete le pappardelle in abbondante acqua bollente e salata, avendo cura di non toccarle nei primi minuti di cottura per non rompere i nidi. Scolate la pappardelle e conditele con abbondante ragù di cinghiale.

In alternativa
Difficoltà:

MEDIA
01

Preparazione:

120 MINUTI


02

Cottura:

6 MIN


03

Dosi per:

4 PERSONE


04

Category
IN INVERNO